Vendere su Facebook

Lo sapevi che puoi vendere su Facebook? Non è per niente difficile, perché esistono delle applicazioni apposite che ti permettono di creare un vero e proprio negozio virtuale. Seguimi.

Appena qualche mese fa molte persone si chiedevano: è possibile guadagnare con Facebook? Qualche tempo dopo, la risposta più accreditata tra gli esperti di web marketing fu: Facebook è un posto creato per socializzare, le persone lo frequentano per passare il tempo e non vogliono saperne di acquistare prodotti o servizi. Oggi è evidente che le cose stanno diversamente. Vendere su Facebook è un’ottima opportunità. Infatti mentre i guru pontificano, ecco cosa accade in Rete…

Il sito di Levi

Il sito di Levi contiene una vetrina dove sotto la foto di ciascun prodotto viene mostrato il numero di “mi piace” ed è presente il classico bottone “mi piace”. In questo modo il visitatore del sito viene influenzato dal numero di persone alle quali piace quel prodotto. Condividendo il prodotto o cliccando sul bottone “mi piace”, anche noi faremo parte della comunità e influenzeremo le scelte degli altri visitatori. Infatti di solito ci si fida dei consigli degli amici, no? Questo è un primo approccio al cosiddetto social commerce. In questo caso Facebook è presente solo sotto forma di bottone “mi piace” all’interno di un sito web.

La pagina fan di Guess

La pagina fan di Guess piace a 53.649 persone e all’interno troviamo un negozio creato con l’applicazione Wishpot. Il negozio è composto da una vetrina con vari prodotti (profumi, scarpe, vestiti, borse). Cliccando su un oggetto si arriva ad una seconda vetrina contenente una sotto categoria di prodotti (es.: vestiti). Qui puoi cliccare su “condividi” oppure sulla foto dell’oggetto. Se clicchi sulla foto dell’oggetto sarai rimandato al negozio online di Guess vero e proprio (su un sito al di fuori di Facebook). Questo è un approccio ancora più spinto. Il negozio online entra all’interno di Facebook. Gli acquisti però non vengono fatti dentro Facebook in quanto alla fine si viene reindirizzati al sito di Guess dove è presente il negozio online vero e proprio. La pagina fan di Guess utilizza l’applicazione Facebook “Wishspot”.

La pagina fan di Molly Sims

La pagina fan di Molly Sims piace a ben 154.899 persone e stiamo parlando di un vero e proprio negozio online all’interno di Facebook. La scheda principale della pagina fan di Molly Sims infatti, contiene un negozio online con tanto di vetrina, dove è possibile acquistare orecchini, ciondoli e braccialetti. Qui si abbattono tutte le barriere, perché tutto il processo di acquisto avviene all’interno di Facebook. Dalla pagina di Molly Sims puoi visualizzare i prodotti e acquistarli. La pagina di Molly Sims utilizza l’applicazione Facebook “Payvment”. Diciamolo, Molly sa come vendere su Facebook.

Altri negozi online all’interno di Facebook

Come hai visto, dopo i club di acquisto siamo arrivati ai Facebook shops (i negozi all’interno delle pagine fan di Facebook). I casi che ho descritto prima sono solo alcuni esempi. Di negozi online all’interno di Facebook ce ne sono tantissimi. Si va dalla ragazzina che vende le collanine fatte a mano ad aziende del calibro di Coca Cola e Delta Airlines. Ecco alcuni esempi che ti consiglio di analizzare:

  • HerRoom, negozio di biancheria intima che utilizza l’applicazione Facebook “ShopTab”. Ti consiglio caldamente di visitarlo perché è fatto decisamente bene
  • Il CokeStore di Coca Cola che utilizza l’applicazione Facebook “ShopTab”

Le vendite su Facebook in Italia?

Gigi mi fa notare in un commento che tutti gli esempi che ho riportato sono stranieri. Vero, non ci avevo fatto caso. Dopo una rapida ricerca ho individuato poche realtà valide. Inutile dire che in Italia la situazione è desolante e, come al solito, su queste cose siamo indietro di 10 anni rispetto agli altri paesi. Ecco alcuni esempi italiani:

Come vedi la differenza è notevole. Cosa c’è che non va? Molte pagine Facebook sembrano abbandonate e piacciono a pochissime persone. Segno evidente che molte persone non credono in questa opportunità. Ecco gli errori più frequenti:

  • Pagine “in costruzione”
  • Pagine vuote
  • Vendere su Facebook con pagine contenenti 1 solo prodotto in vetrina
  • Pagine con 1 solo prodotto in vetrina e più prodotti pubblicizzati in bacheca

Questi sono tutti errori da evitare. Ti faccio un esempio per farti capire: passeggi per la strada e capiti davanti ad un negozio con 1 solo oggetto in vetrina. Entri incuriosito e scopri un cartello con scritto “in costruzione”. Cosa fai? Ecco, queste sono le domande che si dovrebbe porre chi pubblica pagine simili su Internet. A cosa serve creare un negozio su Facebook se poi piace solo a 11 persone? A nulla. Il negozio va promosso!

Come vendere su Facebook

La prima cosa da fare se vuoi vendere su Facebook è quella di creare una pagina fan. Non fare l’errore (che fanno molti) di utilizzare il tuo profilo personale per vendere su Facebook. Non si può fare e si va contro il regolamento di Facebook. Se lo fai rischierai di farti disabilitare l’account. Non commettere poi il secondo grande errore che più frequentemente si vede su Facebook: fare spam. Lo spam non è ben visto da nessuno. È perfettamente inutile subissare i propri amici di proposte e offerte. Queste cose si fanno all’interno delle pagine fan. Allo stesso modo non serve inviare messaggi privati alle persone. Non solo è una pratica molto invasiva e sgradita, ma non produce effetti positivi. Se invii proposte e offerte con messaggi privati, otterrai solo un risultato: i tuoi amici cancelleranno l’amicizia.

Ok, ora che hai la tua pagina fan, cosa devi fare? Prima di tutto considera una cosa: i fan non sono tutti uguali e non si comportano tutti allo stesso modo. Devi tenere bene in mente questo concetto quando promuoverai la tua pagina fan con gli annunci di Facebook (i Facebook ads). Qui non stai utilizzando AdWords. Le persone non cercano oggetti da acquistare come farebbero su Google. Qui le persone passano il tempo, comunicano e interagiscono tra loro. Ecco perché gli annunci che farai su Facebook dovranno essere mirati. Gli annunci Facebook possono essere indirizzati ad un target preciso, impostando dei filtri per età, sesso, interessi, e via dicendo. È chiaro che se vendi collanine fatte con le perline, il tuo target sarà principalmente femminile e molto giovane. Quando promuovi la tua pagina fan, devi cercare di conquistare il maggior numero di utenti “attivi”, non il maggior numero di utenti in assoluto. Non serve avere 100.000 fan se poi l’80% non visita mai la tua pagina e non è molto interessato ai tuoi prodotti. È inutile avere fan che si sono iscritti per semplice curiosità. I fan “attivi”, sono degli appassionati, sono persone che non si preoccupano solo di informarsi sulle novità riguardanti una marca, ma diffondono e condividono la loro passione con altri. Perciò, meglio pochi fan ma buoni.

Il social commerce sta diventando un’alternativa alla SEO? Io non credo, però è sicuramente un’opportunità in più da considerare. Consentire agli utenti di cliccare su “mi piace” e di pubblicare i loro acquisti nella loro bacheca può davvero essere utile per incrementare le vendite. Il social commerce consente una maggiore interattività e partecipazione da parte dei clienti.

Applicazioni Facebook per creare un negozio online

Per vendere su Facebook, esistono decine di applicazioni. Alcune gratuite altre a pagamento. Ecco un elenco delle più usate:

  • eBay Auctions, per inserire all’interno della tua bacheca gli annunci che hai pubblicato su eBay
  • Flame Tunes, per vendere la tua musica su Facebook (in realtà non so quanto sia usata quest’applicazione Facebook)
  • Marketplace, una vetrina per i tuoi prodotti

Se invece vuoi creare un vero negozio all’interno della tua pagina fan, ti consiglio queste applicazioni:

Consigli utili

Prima di concludere questo post, vorrei darti alcuni consigli utili per promuovere la tua pagina fan:

  1. Fai link marketing: linka tutti i tuoi siti l’uno con l’altro. Metti un link alla tua pagina Facebook in fondo a tutte le tue mail (nella firma)
  2. Crea offerte e concorsi. Esempio: chi condivide l’acquisto fatto sulla propria bacheca, ha diritto ad un altro prodotto scontato o gratis
  3. Offri sconti a tutti coloro che cliccano su “mi piace”, condividono con gli amici l’offerta o l’acquisto o diventano fan della pagina o invitano altri amici
  4. Condividi materiale interessante: per esempio delle foto o un video che mostrano le fasi della creazione del tuo prodotto (il backstage, cioè quello che accade dietro le quinte)
  5. Poni domande o chiedi opinioni e pareri a chi ti segue
  6. Crea un evento quando hai intenzione di vendere un nuovo prodotto o di offrire nuovi sconti e promozioni
  7. Rendi la tua pagina Facebook attraente: spesso basta inserire una buona immagine di sfondo per rendere il look della pagina più gradevole
  8. Usa lo strumento “suggerisci agli amici”
  9. Usa dei widget per Facebook sul tuo blog (come quello che vedi nel mio blog, qui a sinistra)
  10. Scegli un “vanity URL” per la tua pagina, cioè un indirizzo facile da ricordare. Puoi farlo dalle impostazioni di Facebook
  11. Dopo aver suggerito la tua pagina ai tuoi amici, chiedi loro di fare altrettanto, magari con una frase tipo “ti piace la mia pagina? Suggeriscila ai tuoi amici”
  12. Pubblicizza la tua pagina con i Facebook Ads (inserisci un’immagine accattivante e modifica gli annunci frequentemente)
  13. Inserisci delle schede per personalizzare la pagina di Facebook (molte applicazioni ad esempio, creano una scheda “shop”)

Hai altri consigli o suggerimenti su questo argomento? Dillo con un commento. Ah, a proposito: visita la pagina fan di Impresa Pratica e se ti piacciono i miei articoli, clicca su “mi piace” e suggeriscila ai tuo amici!:-)

Vuoi fare soldi lavorando su Internet? Iscriviti al nuovo corso: Imprenditori Online

Vuoi avviare una solida attività su Internet? Iscriviti al corso: Webmaster BASE

Scopri tutti i corsi di Impresa Pratica qui: Scuola Impresa Pratica


Copyright (c) 2009-2015 Impresa Pratica - Tutti i diritti riservati. Vietata la copia anche parziale. Ogni abuso derivante dal plagio, dalla contraffazione, la copiatura, la distribuzione, la commercializzazione, del materiale e dei marchi brevettati, lo sfruttamento economico o pubblicitario dei contenuti del blog sarà perseguibile civilmente e penalmente. DMCA.com