Skip to content

Social Search: Yahoo, Bing e Facebook Contro Google

Non so se lo sai, ma Google è il sito web più visitato nel mondo. È anche il motore di ricerca più usato nel mondo. Facebook invece, è il secondo sito più visitato nel mondo. Come è noto, Yahoo e Bing hanno stretto accordi da tempo. Quattro giorni fa però, anche Bing e Facebook hanno stretto accordi. Bing mostrerà i “mi piace” e le condivisioni tipiche di Facebook, anche nei suoi risultati. Il fine ultimo è combattere questa guerra all’ultimo sangue per il primato della ricerca sul web. Yahoo, Bing e Facebook: tutti contro Google. E Google cosa fa? Resta forse a guardare? Per niente: proprio ieri è partita la contromossa di Google.

Google ha annunciato infatti che la prossima settimana sarà disponibile Google Social Search in 19 lingue. Fino ad oggi questa funzionalità introdotta da Google nel 2009, era disponibile solo negli USA. Insomma, tra breve anche noi vedremo i “mi piace” nei risultati di Google. Perché ti parlo di queste cose? Beh, perché questa novità potrebbe influenzare il tuo business online.

Come ho sempre detto infatti, il successo di un’attività online è strettamente dipendente dal traffico ricevuto sui siti. Il traffico proviene in gran parte dai motori di ricerca. È vitale quindi, restare aggiornati su tutto ciò che riguarda la SEO. Quali saranno le conseguenze di queste nuove funzionalità “social”? Google stesso ce lo dice:

“Social Search può aiutarti a trovare le pagine che hanno creato i tuoi amici, e può anche aiutarti a trovare i link che tuoi amici hanno condiviso su Twitter e altri siti. Se qualcuno con il quale sei collegato ha pubblicamente condiviso un link, noi possiamo mostrarti quel link nei tuoi risultati con una chiara notazione. Quindi, se stai cercando informazioni sulla cucina moderna e il tuo collega Adam ha condiviso un link sulla cucina moderna, vedrai una annotazione e l’immagine di Adam sotto il risultato.”

Non solo, Google afferma di introdurre a breve la fantomatica funzionalità +1, che altro non è che il ben noto “mi piace” di Facebook. In pratica i motori di ricerca prendono a prestito l’algoritmo EdgeRank di Facebook e lo mettono nei loro risultati. Cosa accadrà? Saranno posizionati meglio quei siti che saranno più condivisi e che riceveranno più “mi piace”? Spero proprio di no, perché l’esperienza in contesti simili (vedi i siti di social news) mi porta a pensare che così facendo, non migliorerebbe affatto la qualità del web. I motori di ricerca sono una cosa e i social network sono tutt’altra cosa. Tu che ne pensi?

Vuoi imparare a metterti in proprio su Internet? Iscriviti al corso per webmaster!

ATTENZIONE: la Scuola Impresa Pratica ha attivato altri nuovi corsi. Oggi puoi frequentare il corso per webmaster base, oppure il corso per webmaster + il corso di programmazione web. Scopri tutti i corsi qui: Scuola Impresa Pratica


Copyright (c) 2009-2012 Impresa Pratica - Tutti i diritti riservati. Vietata la copia anche parziale. Ogni abuso derivante dal plagio, dalla contraffazione, la copiatura, la distribuzione, la commercializzazione, del materiale e dei marchi brevettati, lo sfruttamento economico o pubblicitario dei contenuti del blog sarà perseguibile civilmente e penalmente. DMCA.com


Il tuo indirizzo non sarà comunicato, ceduto o prestato a NESSUNO perchè rispetto la tua privacy e detesto lo spamming quanto te. I dati saranno trattati nel pieno rispetto della legge sulla privacy (testo reperibile qui: http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?ID=1311248). La Privacy Policy è consultabile qui.

Nessun commento

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed dei commenti a questo articolo.

Al momento l'inserimento di commenti non è consentito.